Filarmonica Giuseppe Verdi

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia

                      A Laveno, graziosa cittadina situata sulla sponda lombarda del Lago Maggiore, è esistito un complesso bandistico fin dalla metà del 1800.
Il primo statuto ufficiale della "Filarmonica Giuseppe Verdi", tutt’ora esistente in archivio, risale però al 1901.
Nei primi anni del novecento Laveno, Mombello e Cerro, erano comuni separati ed ognuno di essi aveva la sua banda autonoma; a Laveno se ne contavano addirittura due: la “Giuseppe Verdi” e la “Filarmonica Operaia”. Nel 1927 i tre comuni sono stati riunificati.
Dopo la 2° guerra Mondiale la “Filarmonica Mombellese” cessò l’attività e successivamente alla fine degli anni 80 si sciolse anche la filarmonica “Noella” di Cerro.
Nella metà degli anni 60 la “Giuseppe Verdi” si trovò ad affrontare una grave crisi che ne mise in pericolo la sopravvivenza, ma grazie ad un lavenese, il Maestro Maurizio Bellorini, lentamente la banda riprese vigore, tanto che nel 1990 venne inciso il primo disco registrato dal vivo.
In seguito altri importanti avvenimenti hanno segnato il cammino della formazione bandistica: nel 1996 la partecipazione al programma della RAI "Uno mattina", nel 1997 la vittoria assoluta al 2° Concorso Nazionale per complessi bandistici tenutosi a Lavagna (GE).
Nel mese di giugno del 1998 la banda ha partecipato alla 5^ edizione del concorso nazionale "Giovanni Panzini" tenutosi a Condove (TO) dove ha conquistato il 1° posto nella propria categoria.
Nel 2001 si é celebrato, con molteplici iniziative, il centenario di fondazione con l’incisione di un CD, organizzazione di concerti di musica classica, operistica e bandistica.
Sono da ricordare inoltre le trasferte con relativi concerti ad Aosta, a Viserba di Rimini, a Genova, a Bellante in Abruzzo, a Kreutzlingen sul lago di Costanza, a Macugnaga, a Porlezza, a Locarno, a Vigevano, ad Arabba, a Cortina d’Ampezzo, a Iseo sull’omonimo lago, a Pallanza e a Castagneto Carducci.
Nel 1993 è stato pubblicato un volume, curato dal prof. Giuliano Bellorini, figlio del Maestro Maurizio Bellorini, che racconta tutta la storia delle formazioni bandistiche del comune di Laveno Mombello dal 1800 ai giorni nostri.
La direzione artistico/musicale è stata condotta dal 1965 sino al 2005, quindi per ben quarant’anni, dal compianto Maestro Maurizio Bellorini, prematuramente scomparso nel 2006.
A partire dal 2006 e sino ad oggi la direzione è stata affidata ad un ex allievo del M.o Bellorini, il M.o Maurizio Zocchi proveniente dal vicino Comune di Gavirate.
L’organico attuale conta, al completo, poco più di 50 componenti.


 
 
 

Pergamena consegnata alla Filarmonica                    Diploma 1° Premio                                            maestro Maurizio Bellorini
nel 1906  ad Arona                                                 Concorso di Condove  (TO), 1998                       e il maestro Maurizio Zocchi

                                                                                                                   


      


Torna ai contenuti | Torna al menu